Il Buono a tavola

Il mercato del buono pasto in Italia vale circa 3 miliardi: rappresenta lo 0,72% del Pil, per 190mila posti di lavoro.

Stando ai dati di Anseb, sono circa 2,4 milioni i lavoratori che oggi usufruiscono dei buoni pasto, di cui 1,6 di lavoratori nel settore privato e 900mila nel settore pubblico.

Il 40% dei lavoratori che pranza fuori casa per lavoro usa il buono pasto, che viene utilizzato nel 70% dei casi in bar, gastronomie e ristoranti e, per il restante 30%, nella grande distribuzione.

Il buono pasto è un importante strumento di sostegno al reddito: si stima infatti che, per le fasce di reddito più deboli, un buono pasto per ogni giorno di lavoro equivale ad una mensilità in più.

La detassazione del buono pasto elettronico in vigore dal 1 luglio 2015 ha comportato un “guadagno” per il lavoratore di 1,71 euro a pasto; circa 380/400 euro all’anno. Gli esercizi convenzionati sono circa 150mila e si stima che il 40% dei loro introiti derivino dall’utilizzo del buon pasto da parte dei lavoratori per una pausa pranzo.

Il buono pasto è funzionale anche ai nuovi modelli di lavoro, che hanno sperimentato un’ulteriore accelerazione a causa dell’emergenza Covid-19 (smartworking o lavoro agile), non prevedendo vincoli di orario, luogo e fruizione. A tal proposito, assumono ulteriore importanza proprio in un periodo emergenziale come quello attuale, contribuendo a mitigare l’aumento di spese dovute al lavoro da casa. È dunque importante continuare ad erogare il buono pasto anche a chi non può recarsi al lavoro, trattando in maniera equa tanto i lavoratori del settore pubblico quanto quelli del privato.

Obiettivo di questa nostra campagna è informare i consumatori e gli stakeholders sulla natura, le caratteristiche e l’utilità dei buoni pasto implementando strumenti educativi e divulgativi utili alla migliore conoscenza di questo strumento promuovendone la diffusione, la migliore conoscenza e consapevolezza quanto all’uso promuovendo i fondamentali di una corretta alimentazione

Per tutte le attività e la documentazione relativa al progetto, clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.